Articoli

La via spirituale

Che cosa intendiamo per “percorrere una via spirituale” oppure “essere una persona spirituale”?

Qualcuno si ritiene spirituale perché fa parte di qualche congrega spirituale, oppure perché pratica yoga o beve tisane allo zenzero e incensa casa ed ogni altro luogo con bastoncini profumati, o perché veste in abiti esotici e dorme a terra su un futon, parla di Feng Sui e cita brani della Bhagavad Gita?

E poi, se lo conosci più intimamente scopri che giudica gli altri, coloro che non stanno facendo il “suo” percorso spirituale, o che non venerano il “suo” Guru, oppure che si sono persino azzardati a fare domande sulla “sua” fede. Ti sembra che sia veramente una persona spirituale?

Magari “essere una persona spirituale” significa semplicemente ricordarsi di essere una scintilla divina, che accoglie amorevolmente l’Altro da Sé e vuole vivere in armonia, coerentemente con il proprio credo e che, per offendere l’Altro da Sé, può anche rinunciare a bere alcoolici o invece può anche mangiare carne.

Insomma riteniamo che sia molto più spirituale avere il coraggio di essere un essere umano piuttosto che atteggiarsi a Guru o discepolo del “vero” Guru.

Pensaci… Quanto sei coraggiosa?

Perdersi nel respiro

Capita molto frequentemente che respirando ci si “perda”, ovvero si comincia a viaggiare in luoghi della mente e della fantasia che possono risultare anche molto piacevoli, rilassanti.

Capita che nella ritmicità del respiro circolare si perda il contatto con la propria quotidianità e soprattutto con il proprio corpo e sentire.

Capita che ci sentiamo trasportati in luoghi magici e che incontriamo avi, divinità, entità che ci fanno sentire bene, ci esaltano e ci fanno credere che il respirare sia il modo per lasciare questo corpo e andare oltre in un altrove assoluto.

No, niente di tutto questo è il respiro cosciente e coerente; l’obiettivo invece appare proprio il contrario: sentire!!!

Ma sentire cosa? tutto ciò che siamo, tutto ciò da cui fuggiamo, tutto ciò che possiamo essere… e poi, solo dopo, possiamo ascendere… ma dove? in una condizione che è libera da tutte quelle paure che ci siamo sempre portati appresso e che ci impediscono di diventare ciò che in realtà siamo: Dio.

Eventi

Anime in cammino

Tutti noi nasciamo con un intento dell’Anima e con un progetto, per i quali essere qui in questo momento: a volte ciò non ci è chiaro, talaltra abbiamo come una intuizione, ma spesso ne siamo ignari, avendone solo una sensazione. Il nostro brancolare nell’incertezza, nell’Ombra, riverbera e si amplifica proprio nella relazione con gli altri, in cui quello che vediamo di chi ci sta di fronte non è altro che uno specchio di noi stessi.

“Anime in Cammino”, tratta proprio questo:

  1. come riconoscere il proprio progetto animico e individuare la risonanza con altre anime.
  2. il modo in cui ci relazioniamo con gli altri
  3. come creare sane relazioni di coppia: coniugali, amicali, lavorative

Il lavoro, intensamente esperienziale, svolto durante il corso, ha proprio la forma della sperimentazione diretta, del coinvolgimento partecipativo, del toccare con mano come si è e come ci si relaziona all’Altro da Sé in qualunque relazione a due.

Docenti: Dott. Alfonso Guizzardi e Dott.ssa Nicoletta Ferroni

Luogo:  “IL GIARDINO DELLE MERAVIGLIE” (www.giardinomeraviglie.it) Amelia, Terni.

Quando, dal Sabato 3 dicembre 2019 ore 10.00 alla domenica 4 dicembre 2019 ore 17.00.

Costo di partecipazione: 270 €

Il corso permette di ricevere 32 ECP SIAF riconosciuti con codice PVI-007/168/19

Creo quel che sento mentre lo dico

Ancor prima della parola c’è un’emozione ed un pensiero, ovvero un’immagine che suscita un’emozione. Ciò che si crea è il substrato emotivo da cui nasce l’intenzione; questa è la ragione per cui è fondamentale mantenere un profondo collegamento con noi stessi, con il nostro Sé più autentico.

Le parole, sono l’espressione dei nostri pensieri, delle nostre emozioni oltre ad avere delle qualità vibrazionali ed energetiche proprie che le fa funzionare come vere formule magiche.

Già Masaru Emotu ha studiato ed ampiamente documentato come cristalli di acqua modificano la propria struttura in ragione delle qualità vibrazionali a cui vengono esposti: meravigliosi cristalli per preghiere, musica classica, ringraziamenti e parole amorevoli; mentre si ottengono obrobri per minacce, parole aggressive e musica violenta.

La parola, oltre alla sintassi e alla semiotica, ha un valore ed un potere creativo e trasformativo che porta con sé una reale informazione. Essere consapevoli di ciò deve far parte del processo formativo di ogni operatore, terapeuta o professione d’aiuto, oltre che genitore, insegnante e quell’altro.

Pertanto questo modulo della formazione in BreathBalance® è aperto a chiunque sia interessato a:

  1. scoprire il potere della parola, della sua vibrazione e della sua capacità trasformativa;
  2. distinguere quali emozioni rendono straordinario il potere creativo delle parole;
  3. apprendere il come usare il potere delle parole e delle frasi che pronunciamo per ottenere esattamente ciò che vogliamo;
  4. imparare a potenziare il potere delle parole attraverso il RESPIRO COSCIENTE E COERENTE.

Costo: 270 euro .

Il corso è condotto da Alfonso Guizzardi (www.alfonsoguizzardi.net) e Nicoletta Ferroni (www.nicolettaferroni.it).

Iscrizione di 90 euro entro 7 giorni dal corso. Il saldo al primo giorno del corso.

Dove: presso il Giardino delle meraviglie di Amelia (www.giardinomeraviglie.it)

La partecipazione al corso permette di ricevere un totale di 8 ECP (codice PVI-007/73/19)

Per informazioni ed iscrizioni, chiamare 335.6643797

DAL DISAGIO AL BENESSERE 3 . Strumenti per il recupero del benessere. BreathBalance e psiche (on line)

Raccontavo, in un articolo, che a una persona sono state diagnosticate masse tumorali il lunedi durante una TAC con liquido di contrasto ed urgentemente operata tre giorni dopo, il giovedi, alcune di queste masse erano sparite. Che dire? “Miracolo“? non saprei, ma certamente anche tu hai sentito parlare di eventi così incredibili che sembrano una finzione, una messa in scena.

Il caso che ti riporto è documentato, ed io ho avuto la fortuna di seguire questa persona durante quei tre giorni, durante i quali abbiamo trasformato alcune parti del suo carattere, non solo con la presa di coscienza ma anche, e soprattutto, con azioni coerenti. Il risultato è stato incredibile! E tu, puoi, certamente, ricordarne altri cento di eventi altrettanto incredibili. La vita stessa è meravigliosa e stupenda.

Questo modulo 3 del percorso DAL DISAGIO AL BENESSERE consente di acquisire rapidi strumenti che permettono di avvicinarci alla condizione naturale che tutti noi dovremmo avere, ovvero il nostro benessere psicofisico.

Impareremo piccole abitudini quotidiane e semplici tecniche per poter affrontare i nostri disagi e godere ancora una volta della nostra salute. Contatteremo il nostro potere di autoguarigione.

Tutto il percorso dedicato al recupero del proprio benessere chiamato DAL DISAGIO AL BENESSERE, si diceva che consiste in tre moduli:

  1. “Corpo e carattere. Come il corpo ci racconta”;
  2. “Carattere e disagio. Quando la malattia rivela una ferita caratteriale”;
  3. “Strumenti per il recupero del benessere. BreathBalance e psiche”.

Anche questo modulo “Strumenti per il recupero del benessere. BreathBalance e psiche”, si articola in 2 incontri on line, il martedì sera (6 e 13 dicembre dalle ore 19.00 alle ore 21.30) .

La partecipazione a questo modulo (2 incontri) prevede un contributo di 60 euro.

Acquistando l’intero percorso (3 moduli, ovvero 6 incontri) in una unica soluzione a 180€, hai incluso, come omaggio, una consulenza “su misura” di 30 minuti con ALFONSO GUIZZARDI, psicologo, psicoterapeuta e sessuologo.

DAL DISAGIO AL BENESSERE 2. Carattere e disagio. Quando la malattia rivela una ferita caratteriale (on line)

Ti chiedevo se ti era mai successo di incontrare qualcuno che nonostante abbia capito tutto del proprio problema non riesce a liberarsi dei propri comportamenti autodistruttivi.

Qualcuno che si è anche ammalato seriamente a causa di questi comportamenti distruttivi!

O se  ti era anche capitato che questa persona ti avesse chiesto sostegno nelle tecniche o terapie olistiche che offri al mondo con la tua professione. Oppure un semplicemente un parente a cui stare vicino, anche solo con qualche buona parola, se non sei un terapeuta.

Passiamo adesso al Modulo 2 del percorso on line (diviso in 3 moduli, ognuno di 2 incontri per un totale di 6 incontri) che inizia con la presa di coscienza che noi siamo anche  il nostro corpo.

In questo secondo modulo scopriamo come certe patologie e disagi siano più frequenti fra alcuni tratti caratteriali e quali parti del corpo e tessuti siano più coinvolti in alcune importanti malattie.

Potremmo anche capire che se abbiamo un certo carattere allora abbiamo una maggiore probabilità di sviluppare una malattia piuttosto che un’altra. E questo perché anche se conosciamo il trauma che ha prodotto il danno al tessuto, noi abbiamo la possibilità di diventare consapevoli anche di quale parte del nostro carattere ha reagito in quel modo e quale parte del nostro carattere ha contribuito a creare “recidive”. Se lavoriamo e trasformiamo quel tratto caratteriale il trauma che ha generato l’evento malattia non troverà il substrato psicologico, caratteriale ed emotivo per avvenire.

Seguiremo, metodologicamente, la connessione corpo mente per comprendere le ragioni profonde delle principali patologie e le riporteremo al loro senso intelligente al fine di trasformare noi stessi ed evolvere in una condizione di salute ritrovata.

Qui sii tratta del secondo modulo di un percorso dedicato al recupero del proprio benessere chiamato DAL DISAGIO AL BENESSERE, che consiste in tre moduli:

  1. “Corpo e carattere. Come il corpo ci racconta”;
  2. “Carattere e disagio. Quando la malattia rivela una ferita caratteriale”;
  3. “Strumenti per il recupero del benessere. BreathBalance e psiche”.

Anche questo modulo “Carattere e disagio. Quando la malattia rivela una ferita caratteriale”, si articola, come gli altri, in 2 incontri on line, il martedi sera (22 novembre e 29 novembre dalle ore 19.00 alle ore 21.30) e consente di proseguire il percorso “Dal disagio al benessere” con il successivo modulo “Strumenti per il recupero del benessere. BreathBalance e psiche” ( 6 e 13 dicembre).

La partecipazione a questo modulo (2 incontri) prevede un contributo di 60 euro.

Acquistando l’intero percorso (3 moduli, ovvero 6 incontri) in una unica soluzione a 180€, hai incluso, come omaggio, una consulenza “su misura” di 30 minuti con ALFONSO GUIZZARDI, psicologo, psicoterapeuta e sessuologo.