Articoli

Matrix: next level

La Matrix sta facendo un salto di qualità. Te ne sei certamente accorto. L’Architetto sta realizzando un nuovo livello di complessità del sistema in cui ci troviamo: il mondo virtuale si sta sempre più facendo avanti e avrai sicuramente notato che durante i mesi della “pandemia” c’è stata una forte impennata nell’uso di internet nella vita quotidiana con il ricorso massiccio ad acquisti attraverso portali come Amazon, oppure ad intrattenere rapporti sociali attraverso i “social” tipo Facebook, Instagram, Twitter, e ad impegnare il tempo libero attraverso giochi o film che puoi vedere da casa, senza uscirne ricorrendo a piattaforme come Netflix.

Ebbene dov’è il corpo in tutto ciò? Dove vivi in tutto questo? Dobbiamo tornare a pensare, sentire, usare il nostro corpo. E questo vale per tutto ciò che facevamo prima della “pandemia”, ma soprattutto per la nostra respirazione….. respirare è vivere… muovere il corpo è vivere…. Incontrare altri esseri umani è vivere…

Il Respiro e l’Amore

Se consideriamo che, in natura esistono 2 grandi movimenti, 2 grandi forze che muovono le Galassie, come il nostro cuore, gli oceani come i nostri polmoni, e che possiamo chiamare: forza centrifuga, verso l’esterno, e forza centripeta, verso l’interno.

Anche le qualità della nostra energia segue queste forze, queste 2 direzioni: centrifuga e centripeta.

La direzione verso l’interno, verso il nostro centro è data dal ritrarsi, dal chiudersi in se stessi ed è ben manifestata dalla PAURA!

La direzione verso l’esterno, invece, va verso il mondo, verso gli altri, verso la vita ed è ben manifestata dall’Amore!

Quando noi respiriamo ci muoviamo fra queste due direzioni ed è proprio il movimento che ci dà la vita.

Un torace chiuso, un diaframma contratto, una muscolatura rigida, magari impegnata a tenere il torace tronfio, porta con sé un incapacità ad aprirsi agli altri, all’energia che ci circonda e di cui noi stessi siamo pregni.

Quindi imparare a respirare è il più grande regalo che ci possiamo fare!!! vita il respiro!!! viva l’Amore!!!

Connessione Terra Cielo

Provate a considerare che, se siete seduti, con la schiena eretta, il movimento del diaframma va dall’alto in basso e viceversa.

Bene, che succede se quando il diaframma scende, in quanto state inalando e riempiendo i vostri polmoni, la vostra mente immagina che state spingendo sugli ischi e sulla pianta del piede, ovvero affondate un poco nella seduta e nel pavimento?

E cosa succede se state immaginando, durante l’espirazione, mentre il diaframma risale, che qualcosa vi sta tirando il vertice della testa verso il soffitto, verso il cielo?

Immaginare, ovvero usare il proprio pensiero, muove energia e l’energia va dove va il pensiero. Non è un caso che una possibile origine del verbo “immaginare” sia proprio “in me mago agere”, ossia “in me agisce un mago”.

In tal caso colui che respira diventa un ponte fra Terra e Cielo e può sentire, dentro di Sé, una profonda connessione con tutto il Creato.

Provare per credere!!!

Alfonso Guizzardi, psicologo, psicoanalista energetico vibrazionale.

Come sbloccare il RESPIRO? Ecco un semplice esercizio di BreathBalance®

Ti sei accorto che hai il respiro bloccato nel torace o nell’addome?

Fai spesso sospiri o hai la sensazione che, per quanto prendi aria, non riesci a riempire i polmoni?

Hai il “fiato corto” pur non fumando?

Ecco un semplice esercizio conoscitivo di avvicinamento al BreathBalance® che può sbloccare il maniera importante il respiro in pochi passi.

Cercate un luogo tranquillo dove possiate trascorrere qualche minuto in pace e sdraiatevi su un tappetino, parquet o materassino (importante è che non sia troppo morbido).

Fate alcuni respiri profondi e sentite come il respiro si muove attraverso il vostro ventre e il vostro torace. State semplicemente in ascolto di quello che accade ed eventualmente utilizzate le vostre mani per percepire meglio il vostro corpo.

Dove respirate con maggiore facilità? nel torace o nell’addome? durante la respirazione vi siete accorti se vi sono piccole pause a polmone pieno oppure a polmone vuoto?

Adesso fate una profonda inspirazione e trattenete, in apnea, l’aria dentro il vostro torace… gonfiatelo bene bene… e poi, trattenendo l’aria dentro, abbassate il torace e spingete fuori la vostra pancia… e poi ancora … la pancia in dentro e il torace in fuori… basculate un po’ di volte…. e appena ne sentite il bisogno lasciate andare e riprendete fiato…

Fate l’esercizio ancora una decina di volte.

Adesso respirate normalmente e sentite se è cambiato qualcosa nel vostro corpo… se qualcosa è variato nel vostro respiro… notate qualcosa?

Buon respiro a tutti…

Per informazioni e per i corsi di formazione in Facilitatori di BreathBalance® visita il sito www.breathbalance.it

 

Alfonso Guizzardi

www.alfonsoguizzardi.net

 

RISOLVERE la difesa del Trauma con il BreathBalance®

Il BreathBalance® è una metodologia di lavoro con il respiro profondo che si concentra nel rimuovere le resistenze fisiche ed emotive che impediscono alla naturale respirazione, già presente, dentro di noi di emergere in tutta la sua potenza.

La respirazione che avevamo alla nascita è quanto di più vicino al “respiro perfetto”… e che abbiamo perso solo perché abbiamo dovuto proteggerci dagli eventi della vita, dai mille dolori , separazioni, irritazioni o risentimenti che la vita ci ha proposto. Ad ognuno di questi, una parte di noi si è irrigidita, ha perso elasticità, disponibilità al movimento , curiosità e naturalezza. Ad ogni singola lacrima versata o urlo soffocato, abbiamo dovuto tendere i muscoli del collo, del torace o ridurre il movimento del diaframma . Ad ogni paura abbiamo contrapposto una muscolatura delle spalle tesa e un torace tronfio, mentre ad ogni svalutazione inflittaci abbiamo accusato il colpo nel petto, infossandolo, e siamo diventati più piccoli, per non essere visti; e ci siamo ingobbiti sotto il carico delle troppe responsabilità con un torace sofferente ed una schiena dolente.

Il BreathBalance® non lavora sul Trauma, bensì sulla corazza che abbiamo costruito con il Trauma e che, in un certo qual modo, se ci ha permesso di andare avanti ci costringe ancora oggi di rivivere, dentro di noi, gli effetti del Trauma.

Sciogliere le tensioni con il proprio respiro profondo, permettere al nostro torace di ritornare morbido e flessibile, essere coscienti del nostro ventre e di come possiamo farci attraversare da una vera e propria onda ristoratrice sono esperienze impagabili, che un poco alla volta trasformano dall’interno il nostro Sé.

Per seguire un percorso formativo in BreathBalance® o per sperimentare una seduta visita il sito www.breathbalance.it

 

Eventi

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri